dipendenza affettiva

Ponete qui tutto quello che desiderate, eccetto i tiraggi di Tarocchi, nella misura in cui i vostri argomenti sono in rapporto diretto con i Tarocchi.

Re: dipendenza affettiva

Postby Lilli76 » Mon Jul 08, 2013 6:02 pm

PS. Scusate, ma volevo aggiungere una cosa. ..se ho aperto un post, è perché mi sono state rivolte delle accuse da Rita e io ho voluto rispondere col mio punto di vista, che a parer mio non è uno sputare veleno, ma ciò che è accaduto. ..purtroppo il post dove mi venivano rivolte queste accuse, o meglio, sono stata tirata in ballo in un post che non mi apparteneva, ma che purtroppo non esiste più. C'è libertà di espressione. ..io posso dire la mia, come gli altri possono dire di me la loro. ...
Lilli76
 
Posts: 541
Joined: Wed Dec 19, 2012 2:02 am
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby bblue6 » Mon Jul 08, 2013 8:47 pm

Cara Vale, non entro nel merito di altre questioni che e'giusto semmai chiarire con i diretti interessati. Per quanto mi riguarda, spero sia chiarito ciò che intendevo dire. Man mano che si va avanti nelle letture davvero c'e' un risveglio, non saprei come spiegare...io ho avvertito questo cambiamento e la necessita' di mettermi in discussione. Sara' perché cresce una responsabilità, ma devo aggiungere che quando parlo di responsabilità non mi riferisco soltanto alla correttezza dell'interpretazione che, naturalmente, può non essere corretta e questo e' comprensibile. Parlo di responsabilità nei confronti del Tarot. Questo strumento ha una funzione ben precisa. Io stessa, anche da consultante sia chiaro, ne ho fatto un uso improprio, spesso. Poi mi sono resa conto, soprattutto iniziando a leggere, che l'uso improprio non e' utile, anzi, spesso confonde, nonostante il Tarot continui a rispondere alle richieste. Questo l'ho sperimentato più leggendo che consultando. Le energie che si impiegano in una lettura sono molte. Non e' solo questione del tempo che si impiega, ma quel che impegni di te stesso. Ora capisco anche quando per un tiraggio attendevo un po prima di ricevere la risposta. Nonostante, devo dirlo per correttezza, quando un tarologo ha iniziato una lettura, l'ha sempre portata a termine. All'inizio si e' molto concentrati sul significato delle singole Lame, poi, cosi senza che te ne rendi conto, inizi a guardare il contesto. Questo e' più faticoso. In questa fase ho sentito la necessita' di separare la parte affettiva da quella strettamente legata alla lettura. Certamente tutto questo ha avuto un inizio ed e' certamente legato alle considerazioni non di altri tarologi qui sul forum. E' le due cose messe assieme. Una percezione, crescita, una diversa consapevolezza, un'assunzione di responsabilità. Ma la cosa più importante e' l'umiltà con la quale e' necessario approcciare, altrimenti non c'e' crescita. Forse questa umiltà e' stata percepita come timore di essere giudicata e il distacco dalla parte affettiva e' stato percepito come freddezza. Se i miei interventi sul forum nascondessero il timore di un giudizio, non lo farei, almeno non pubblicamente. Lo farei a casa. Quando prendo una vena in emergenza con un paziente in collasso, la mia parte affettiva e' ferma, solo in quel momento. Ho bisogno di far veloce e trovare una vena. Punto. Poi lo posso anche abbracciare e passare con lui tutto il tempo. E lo faccio con amore, di questo ne sono più che sicura. Più o meno e' quel che mi capita durante una lettura ultimamente. Devo vedere. Tutto qui. Oltretutto c'e' anche un'altra cosa che e' emersa. Quando una persona e' particolarmente preoccupata per una certa questione per cui chiede aiuto al Tarot, lo scopo diventa proprio "il Tarot sta parlando. Il messaggio che vuole trasmettere e' importante e l'unico modo che ho per decifrare il messaggio e' concentrarmi e capirlo per trasmetterlo". Questa e' la responsabilità di cui parlo. Poi la modalità di trasmissione del messaggio, al di la del messaggio stesso che quello e', appartiene alla persona certo. Dicevi anche che poi ognuno ne fa l'uso che vuole. Assolutamente si! Libero arbitrio. Ognuno ha i suoi tempi. Assolutamente si! Ma si può anche non seguire il consiglio, ci mancherebbe. Guarda me...non sarei in causa probabilmente oggi. Ma questa e' un'altra faccenda.
Un abbraccio.
bblue6
User avatar
bblue6
 
Posts: 5230
Joined: Thu Jul 22, 2010 1:18 pm
Location: Roma
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby Lilli76 » Mon Jul 08, 2013 9:34 pm

Ciao Barbara,
prima di tutto devo scusarmi con te, spesso scrivo alla rinfusa per il poco tempo, dal cellulare, o anche la sera con la stanchezza addosso e mi rendo conto che in alcuni momenti sono ripetitiva e mi esprimo davvero male e uso parole sbagliate venendo fraintesa...
Spesso anche le sensazioni che ho sono difficili da spiegare a voce o scrivendo...io ho parlato di freddezza, non freddezza verso di me, ma è come se le tue parole fossero moderate, come se qualcosa ti trattenesse dal fare le tue ipotesi a voce alta, le tue riflessioni, un timore. E ho fatto caso che questa sensazione l'ho avuta dopo l'intervento di Rita che molto probabilmente, da quello che dici ha innescato queste tue riflessioni, forse è solo questo...
Capisco perfettamente che si evolve andando avanti, via via che si prende esperienza si cambia modo di lettura, si modifica, credo che in ogni attività sia così. Non te la prendere se mi sono permessa di dirtelo, è stata solo un osservazione, come dire "cosa ti è successo?" Niente di più...
Tanto più che dopo poco ti ho riletta allo stesso modo dei post precedenti...quindi semplicemente un periodo di transizione...
bblue6 wrote:non entro nel merito di altre questioni che e'giusto semmai chiarire con i diretti interessati

Ho riscritto questa cosa perchè mi è stato detto di sputare veleno e non mi sembra proprio, ho solo detto ciò che penso. Non mi interessa neanche chiarire coi diretti interessati visto che a questi non è interessato precedentemente chiarire e comunque credo che ciò che doveva essere detto è stato detto...
Qui avevo portato solo un esempio, visto che non ne potevo portare altri simili...comunque per me la faccenda è chiusa...spero solo di non averti offeso con la mia osservazione...per altro non devo certo scusarmi per essere stata sincera...anche le critiche servono a crescere...
Lilli76
 
Posts: 541
Joined: Wed Dec 19, 2012 2:02 am
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby bblue6 » Mon Jul 08, 2013 9:53 pm

Se e' per questo Vale, non devi scusarti nemmeno con me, credimi. Abbiamo sempre parlato serenamente e questo non cambia, te lo posso assicurare. Abbiamo sempre avuto scambi sereni, con affetto, tra noi non c'e' bisogno di scusarsi, semplicemente di non lasciare ombre inutili, per questo ho detto ciò che provo e quali cambiamenti ho percepito. Mi aiuta essere lucida durante la lettura perché so che questo aiuta anche chi consulta. Hai ragione a dire che questo e' un forum di tirocinio, quindi capita eccome di sbagliare, ma questo non deve giustificare una mancata crescita. Intendo dire, sapere che si può sbagliare non vuol dire "pazienza, qui ci si sperimenta, se sbaglio ci sta tutta". Non e' cosi. Cercare di sviluppare una certa responsabilità vuol dire che ci si deve anche fermare se non si riesce a procedere. Non serve mettere due parole in croce. E' profondamente scorretto. Ci si ferma, si chiede scusa e semmai si chiede aiuto. Questo si che e' utile. Ma, ripeto, tutto dipende dall'uso del Tarot. Se si comprende appieno, questo e' un comportamento sano. Parlare a vanvera consapevolmente e' davvero una profonda mancanza di rispetto. E anche questo si acquisisce man mano. All'inizio c'e' l'entusiasmo, poi si matura una consapevolezza, anche dei propri limiti. Questo non deve essere mai dimenticato. E qui rispondo anche a Miriam, quando dice che sembro "ossessionata" dalla tescnica e dal fatto che mi manca una certa preparazione. Non e' ossessione. E' responsabilità. Qui mi si da l'opportunità di sperimentarmi ugualmente. Ciò non mi autorizza a fare un uso improprio del Tarot, non contenere gli errori e non sentire la responsabilità e la consapevolezza dei miei limiti. Non si tratta di grado di autostima. Miriam ha confuso alcune mie fragilità personali con tutto ciò che ho poc'anzi detto. Accostare "Le Diable", ironicamente cosi soprannominato e le dinamiche che mi hanno portata a vivere una relazione frustrante e dolorosa, con la stima e ammirazione per una persona competente in materia di letture qui sul forum mi sembra psicologia spicciola. Anche dire che "non sono pronta evidentemente per capire ciò che mi si dice" mi sembra poco attinente a ciò di cui stiamo parlando. Forse la mancanza di ascolto e' diffusa. Con questo non sono in collera con Miriam, tantomeno con te, figuriamoci. Ma non "deliriamo" su certi argomenti. Mi sembra si faccia un minestrone di cose che non c'entrano niente.
Un abbraccio grande!
bblue6
User avatar
bblue6
 
Posts: 5230
Joined: Thu Jul 22, 2010 1:18 pm
Location: Roma
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby Lilli76 » Sun Jul 14, 2013 11:09 pm

Ciao Barbara, come stai?

Infatti...era solo una sensazione...non un accusa...è giusto avere una crescita, non stavo dicendo che essendo un forum di tirocinio uno ha il diritto di nascondersi dietro a questo e restare fermo...il tirocinio dovrebbe servire a iniziare a mettere in pratica ciò che è stato imparato, con conseguente e graduale crescita...
bblue6 wrote:Ci si ferma, si chiede scusa e semmai si chiede aiuto.

Proprio così si cresce, con l'umiltà...
So perfettamente cosa sia un tirocinio visto che ci sono già passata, anche se non in questo campo. All'inizio, come dici, c'è l'entusiasmo, ma esperienza zero, si cerca di imparare da chi ci circonda, via via si acquista sempre più pratica e esperienza, ma anche dopo anni c'è sempre da imparare e da lavorare per continuare ad evolvere...quindi diciamo pure che sono più che consapevole che sei solo all'inizio della tua evoluzione.

Ultimamente mi sono tenuta impegnata con un'amica, cene a casa mia, uscite, anche se sempre molto tranquille, è quello che ci vuole a entrambe, visto che anche lei non sta passando un bel periodo...
Ci eravamo un po' allontanate quando io ero ancora fidanzata, ma non avevo mai capito il motivo del suo allontanamento e di conseguenza della mia chiusura verso di lei...
Ci siamo chiarite e sono emerse le ragioni dell'allontanamento, il mio ex si è comportato malissimo con lei e con i miei amici facendoli sentire "indesiderati"...lei non si sentiva di dirmelo all'epoca credendo di mettere in crisi il rapporto col mio ex...
Non ho parole di questa rivelazione, un altro esempio di meschinità, neanche di un fidanzato ci si può fidare...
I suoi amici erano sempre meglio dei miei, siamo usciti poco e niente coi miei e molto coi suoi, ma non avrei mai pensato che potesse arrivare a questo...
Ora proprio non ci possiamo vedere, abbiamo una casa da vendere, oltre altri problemi. Dobbiamo restare in contatto per cause di forza maggiore, non vedo l'ora di togliermi tutto di torno e dopo questa rivelazione ho un gran voglia di saltargli al collo!!
Dall'altra parte, sono contenta di aver ripreso il rapporto con questa amica e non ho intenzione di riallontanarla...
Con lui ci sentiamo regolarmente, ma comunque cerco di non tralasciare tutte le cose reali e concrete della mia vita e in questo periodo non mi ha trovata sempre disponibile a stare ore al telefono...così sembra che la cosa si sia un po' invertita, ma forse è solo perchè lui vuole controllare...
In questo periodo ho anche tanto lavoro per fortuna, ma è davvero faticoso, non vedo l'ora di arrivare ad Agosto e riposarmi un po'...
Questa è la mia situazione attuale in sintesi ;)
Ciao a presto :)
Lilli76
 
Posts: 541
Joined: Wed Dec 19, 2012 2:02 am
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby bblue6 » Mon Jul 15, 2013 1:32 pm

Nooooo....avevo scritto tutto un messaggio....l'ho perso....ti raccontavo di un episodio di tanti anni fa, simile alla tua esperienza, che mi e' costato 13 anni di silenzio con un'amica carissima per mano del mio ex marito, ma seppi la verità solo 13 anni dopo.
Comunque Vale sono felice che tu abbia trascorso questi giorni recuperando anche questo rapporto, gli amici sono fiori nel nostro giardino....
La tua assenza mi aveva un po preoccupato, ma poi ho avuto la sensazione che stessi lavorando per rimettere cose belle nella tua vita e cosi e' infatti. Ma non avevo dubbi Vale.
E' comunque un piacere ritrovarti qui.
Un bacio grande
bblue6
User avatar
bblue6
 
Posts: 5230
Joined: Thu Jul 22, 2010 1:18 pm
Location: Roma
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby Lilli76 » Mon Jul 15, 2013 9:06 pm

L'altra sera quando la mia amica mi ha raccontato questa cosa, le ho risposto che doveva dirmelo, ma lei aveva paura di farmi litigare con lui. Non so cosa avrei fatto io al posto suo, una situazione difficile...ma davvero, da parte di questi uomini, sono colpi bassi, meschini...che bisogno c'è di architettare cose simili...forse è semplicemente segno di debolezza...ma che schifo!!
Si, in effetti questa settimana stavo cercando un po' di ricostruire la mia vita, di riprendere questa amicizia....credo che se ci siamo incontrate di nuovo un motivo ci deve essere...e comunque non ho intenzione di riperderla e non ho neanche paura di dirlo a lui, alla fine mi prendo ciò che mi merito...questa è una delle amiche che quando ho avuto una grave perdita 3 anni fa, ho trovato davanti casa senza essere chiamata, per confortarmi...persone così non vanno perse...
E poi abbiamo fatto questi progetti, io e lei, per il mese di Agosto, tanto non verrò chiamata sicuramente per quell'incarico e di sicuro E. non proporrà niente e allora chi devo aspettare? Ma dal tiraggio sembra che le cose non si mettano troppo bene...
Lilli76
 
Posts: 541
Joined: Wed Dec 19, 2012 2:02 am
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby bblue6 » Thu Jul 18, 2013 11:03 pm

Per la felicità Vale, credo tu ci stia mettendo tutta te stessa e questo è un inizio importante anche se faticoso, soprattutto per le delusioni di cui parlavi, in vari ambiti. Dopo la delusione c'è la ripresa, ma certo non è una passeggiata...credo che la delusione a volte sia più dolorosa del dolore stesso. Io, ad esempio, la tollero malissimo...mi fa un male cane...ma piano piano si smaltisce...
bblue6
User avatar
bblue6
 
Posts: 5230
Joined: Thu Jul 22, 2010 1:18 pm
Location: Roma
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby Lilli76 » Fri Jul 19, 2013 1:43 pm

Esatto,
È la delusione che fa male, che fa perdere un po'la speranza. C'è anche da dire che non ho mai avuto problemi a ricominciare, ma questa volta è dura davvero, mi sento quasi come un prodotto in scadenza...
Non sono mai stata una persona invidiosa perché ognuno ha le proprie problematiche, ma ultimamente, vedendo delle famiglie con dei figli, mi ritrovo a pensare perché ad alcuni viene concesso e ad altri no....mi sembra quasi di essere inutile, di non aver fatto niente di buono per ritrovarmi così. ...poi mi rendo conto che non sono la sola, ,cisono tante persone che sono nelle mie condizioni se non peggio. ..
Poi vabbe'... speriamo di essere a lunga scadenza, magari c'è ancora speranza...
Lilli76
 
Posts: 541
Joined: Wed Dec 19, 2012 2:02 am
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby bblue6 » Sat Jul 20, 2013 4:06 am

Vero...il tempo passa e si innesca un meccanismo che ci porta a pensare alle scadenze...ma finisce per essere un problema che impedisce, che arresta un'evoluzione. Io so di non poter parlare a proposito di questo, avendo avuto due figli molto presto. So di non riuscire a comprendere fino in fondo, eppure, anche non parlando di figli, mi ritrovo a pensare che resterò sola, perché separata, con due figli, sono un "pacchetto completo" ed e' difficile trovare l'incastro...e il tempo passa...
bblue6
User avatar
bblue6
 
Posts: 5230
Joined: Thu Jul 22, 2010 1:18 pm
Location: Roma
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby Lilli76 » Mon Jul 22, 2013 12:06 pm

Credo che ognuno abbia i propri problemi e pensieri...vedo che in qualsiasi modo la si voglia mettere l'idea di solitudine è in tutte noi...
Forse la mia idea di solitudine è sbagliata, ma almeno, avendo figli, si ha comunque la propria famiglia. Non penso a un uomo che ci tenga compagnia, per quello che c'è in giro è davvero difficile trovarne a modo...i figli invece sono sangue del tuo sangue....
Per questo sto iniziando a pensare di farmelo da sola un figlio, alla fine noi donne possiamo fare tutto...senza uomini...
Punti di vista...una mia amica, si è trovata giovanissima a crescere una figlia da sola e continua a dire che tornasse indietro non lo farebbe più...
Invece c'è una mia vicina, che ammiro molto, ha due figlie, non so chi sia il padre di queste bimbe. Una ha circa 15 anni, inizialmente ho pensato a un "incidente" di percorso, invece sono venuta a sapere che è stata voluta da lei...e ovviamente l'ha cresciuta da sola...quando è rimasta incinta della seconda, circa 3 anni fa, credevo avesse finalmente trovato un compagno...invece sta crescendo anche la seconda figlia da sola. Ovviamente non so se i padri contribuiscano alle figlie "dietro le quinte", ma non credo proprio, quello di cui sono sicura è che sia stata una sua scelta. La stessa scelta a cui sto pensando io...perchè non poter realizzare almeno una parte del mio desiderio? Molti potrebbero considerarla una scelta egoistica, una famiglia senza un padre non è una famiglia. Ma quanti bimbi ci sono al mondo che pur stando con la propria famiglia, hanno i genitori che non pensano a loro...
Chi può dire cosa è meglio o peggio per una persona? Magari tra qualche anno ci accorgeremo che la solitudine, il non avere un compagno è stata la scelta migliore...
Scusa la mia riflessione, forse in questo momento sono talmente ferita e disillusa, che non riesco a vedere niente di positivo...
Un abbraccio
Lilli76
 
Posts: 541
Joined: Wed Dec 19, 2012 2:02 am
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby bblue6 » Mon Jul 22, 2013 12:26 pm

Non posso che essere d'accordo con te Vale, i figli sono qualcosa di meraviglioso. Quando partorii la prima avevo 23 anni. Fu voluta chiaramente, non fu un incidente. Ne persi uno due anni prima (quindi a conti fatti il bimbo non nato oggi avrebbe 23 anni!). Quando nacque mia figlia ebbi la sensazione forte e unica che non ero più sola. Solo i figli ti danno questa sensazione piena, anche se poi fanno la loro vita, questo e' chiaro, ma non toglie niente al rapporto. La mia prima figlia vive con il suo compagno da dicembre, certo mi manca, ma lei c'e'! Detto questo non e' stato semplice crescerle da sola. Dieci anni fa ce ne andammo, ma anche prima le crescevo da sola, pur avendo un compagno. E per loro, andar via, da una parte e' stato un beneficio, dall'altra un disastro...molte paure, insicurezze, fragilità ma se fossimo rimaste sarebbe stato peggio...infatti stare li era senz'altro peggio. Credo comunque che quando ci si trova in grande difficoltà, economiche, di gestione, paura di non farcela con due figli che hanno bisogno di tutto, arriva una forza, una determinazione, una volontà che sai che ce la farai perché ce la devi fare, per forza. Allora metti sul piatto della bilancia la gioia di avere due figli e la difficoltà di portarli avanti...la gioia vince su tutto e mano a mano si fa un gioco di squadra...dunque e' vero che i figli hanno diritto ad una famiglia, ma non per questo una famiglia che resta insieme e' una famiglia felice. Noi siamo state felici anche da sole, nonostante le preoccupazioni. Di un uomo, alla fine, se ne può fare a meno. I figli sono parte di te. Ti diro' Vale, sono più preoccupate loro per me, hanno paura che quando andra' via anche la seconda figlia io possa restare da sola e vorrebbero a tutti i costi vedermi accanto ad un uomo. Dici che ne posso fare a meno? Forse si...
Pero' ti auguro comunque di trovare un uomo con cui fare dei figli, poter costruire una famiglia. Nella vita non si può mai sapere. Ci si può separare e si può restare insieme una vita intera, chi può dirlo. E comunque le donne hanno una forza mostruosa, se restano sole spaccano il mondo lo stesso e questo i figli lo sanno...
bblue6
User avatar
bblue6
 
Posts: 5230
Joined: Thu Jul 22, 2010 1:18 pm
Location: Roma
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby Lilli76 » Thu Aug 01, 2013 9:24 pm

Ciao :)
finalmente sono in vacanza!! :D
Scusami se sono sparita ancora, ma gli ultimi giorni di lavoro sono stati terrificanti...
Non ho figli, ma la sensazione di pienezza che hai descritto è proprio quella che stavo pensando io...mai provata ovviamente, ma sento che ci sarà...
Spero sempre di trovare un uomo col quale costruire una famiglia reale, forse piomberà dal cielo improvvisamente e lo ritroverò nella mia vita senza accorgermene, perchè se ci penso troppo credo che farei posto alla mia sfiducia, credo di aver alzato un muro enorme e sarà difficile ora buttarlo giù. Forse è così che deve essere, perchè quando arriverà la persona giusta dovrà riuscire a scavalcarlo, non basteranno più le belle parole e le promesse...dovrà faticare...
Te come stai?
Come dicevo ho iniziato le vacanze proprio ieri e per un mese potrò riposarmi e pensare a me stessa, con la mia amica ci vediamo molto spesso, lui lo sento sempre, ma non mi faccio più condizionare come prima. Pensavo di riproporti la stessa domanda sulle vacanze che ti ho fatto un po' di tempo fa, più o meno la stessa...per vedere se emerge qualcosa di più...ovviamente se non ti scoccia...
Lilli76
 
Posts: 541
Joined: Wed Dec 19, 2012 2:02 am
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby bblue6 » Thu Aug 01, 2013 10:16 pm

Non mi scoccia assolutamente Vale! Volentieri anzi, chiedi pure. Sono più tranquilla ora. Il mio medico mi aveva allarmata per un nodulo sospetto alla tiroide, a dire il vero non e' stato molto soft nella diagnosi, cosi nel panico ho fatto un'ecografia in urgenza. Il nodulo c'e', di 2 millimetri, ma il nodulo sospetto di cui parlava...e' un linfonodo ingrossato per un mal di gola! Mi ha fatto crepare dall'ansia! Quindi ora sto bella contenta e mi leggo un po di tiraggi che mi fa bene!
Credo tu abbia ragione, quando meno te l'aspetti arriva l'uomo che, se anche dovesse trovare un muro, ti conquisterà perché lo vuole davvero. Meglio se e' difficile averti, almeno chi gioca si allontana velocemente! Ti aspetto Vale, un bacio!
bblue6
User avatar
bblue6
 
Posts: 5230
Joined: Thu Jul 22, 2010 1:18 pm
Location: Roma
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby Lilli76 » Thu Aug 01, 2013 10:24 pm

Ho già scritto di là :D
Cavolo, ma a me sembra che questi medici facciano diagnosi troppo affrettate, senza tatto, senza tener di conto delle persone che gli stanno davanti...non hanno proprio umanità...ma l'importante è che non fosse niente di grave!!
Si, forse quel muro è una fortuna, almeno seleziono :D ho dato troppo facilmente, ora basta...
Lilli76
 
Posts: 541
Joined: Wed Dec 19, 2012 2:02 am
CAMOIN TAROT FORUM

PreviousNext

Return to Tarocchi di Marsiglia – Questioni sui Tarocchi

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 0 guests