dipendenza affettiva

Ponete qui tutto quello che desiderate, eccetto i tiraggi di Tarocchi, nella misura in cui i vostri argomenti sono in rapporto diretto con i Tarocchi.

Re: dipendenza affettiva

Postby Lilli76 » Thu Apr 18, 2013 10:48 pm

Ciao Barbara,
continuo a scrivere di qua...
Non devi scusarti se avevi capito che era la causa di separazione...non ho mai detto di cosa si trattava, trattandosi di cose non troppo belle non ho approfondito troppo (per questo ho chiesto più volte il cambio del nick al webmaster ma ancora nessuna risposta :? ). Quando ti dicevo che si sarebbe fatto vivo di nuovo, ho pensato che l'avrebbe fatto dopo il processo, invece no, così spesso mi sono chiesta come sarebbe stata la sua reazione con me quando ci sarebbe stato. Per questo quando hai parlato di causa mi è subito venuto in mente quello e non la separazione (quella è avvenuta molti anni fa).
Contattandomi prima, ho pensato che lui in qualche modo avesse bisogno di sentirmi vicina, non credo ci siano secondi fini, non ne vedo il motivo, anche perchè ci vediamo talmente poco e non con pochi disagi da parte di entrambi, che se non ci fosse qualcosa di più sarebbe da evitare proprio...
Come ti dicevo nello spazio dei tiraggi, ho come la sensazione che il processo stia iniziando o è alle porte, non so come funzionano, se sono cose lunghe o c'è una sola udienza...lui non è tranquillo sicuramente, è molto teso e nervoso, con me cerca di mantenere la calma, parla di tutto e di più e sembra contento di sentirmi, anche quando lo chiamo io e questo mi sembra positivo, anche se sento che è distratto, ha altre cose per la testa.
Io sto continuando con la mia vita tranquillamente e non sono tornata in blocco come tempo fa, sono sicura che lui non vorrebbe sentirmi in agitazione, quello che mi preoccupa di più è che non so come devo comportarmi...se lo chiamo troppo, credo capirà la mia agitazione e sicuramente la cosa non sarà positiva, ma se lo cerco poco penserà che non mi importa, quale sarà la giusta misura?
Mi sembra di essere tornata una 15enne :shock: ...è che io non sono di molte parole e spesso ho difficoltà a trovare degli argomenti, la mia vita è semplice e tranquilla, più o meno è sempre la solita routine...mica posso inventare :oops:
Lilli76
 
Posts: 541
Joined: Wed Dec 19, 2012 2:02 am
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby bblue6 » Thu Apr 18, 2013 11:02 pm

Vale, ma per carità, anzi non parliamone proprio della causa, oltretutto ancora non ultimata. Cose troppo delicate da discutere in pubblico. Una cosa è parlarne genericamente, un'altra è fornire informazioni specifiche.
Che sia nervoso...chi non lo sarebbe...io sono elettrica e la causa di lavoro è tra un mese, figurati, sto così da un pezzo. Certo è un guaio non riuscire mai a vedersi, solo telefono. Quante percezioni distorte o incomplete o scorrette possono arrivare dalle telefonate senza mai un confronto faccia a faccia...
Anch'io, ogni volta che ho chiuso questa storia (mi sa che ho superato le 10 chiusure :shock: ), sempre per telefono, incomprensioni, nervosismi. Qui c'è da cambiare la modalità...
bblue6
User avatar
bblue6
 
Posts: 5230
Joined: Thu Jul 22, 2010 1:18 pm
Location: Roma
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby Lilli76 » Fri Apr 19, 2013 12:09 am

Io non ho mai chiuso la storia, l'ha sempre chiusa lui, per un motivo o per un altro, ovviamente per telefono...troppo semplice così, è capitato dal nulla, ti senti riappendere e poi una pausa, a nulla serve richiamare, per telefono ti puoi negare quanto vuoi...
La maggior parte delle volte è capitato per i suoi nervosismi per me incomprensibili e ora so che nonostante gli facessero piacere i miei "mi manchi" o "ho voglia di vederti" si sentiva pressato perchè impossibilitato a muoversi e questo influiva molto sul suo umore...questa voltanon ci sono pressioni di questo tipo, spero che non scompaia ancora...
Sono sicura che c'è un modo per cambiare le modalità, spero riusciremo a trovarlo per cambiare le cose in meglio...
Ma le cause di solito come funzionano? Vanno avanti per molti giorni?
Lilli76
 
Posts: 541
Joined: Wed Dec 19, 2012 2:02 am
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby bblue6 » Fri Apr 19, 2013 1:27 am

Beh, dipende dalla causa. Per la mia so che ci saranno al massimo 3 udienze, se si trova l'accordo. Per fissare la prima ho impiegato 7 mesi, ma 1 anno prima ho iniziato a fornire prove e documenti, quindi siammo già ad un anno e mezzo circa. Poi, dalla prima udienza, potrebbero passare altri 3 mesi...insomma 3 parti gemellari...
bblue6
User avatar
bblue6
 
Posts: 5230
Joined: Thu Jul 22, 2010 1:18 pm
Location: Roma
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby Lilli76 » Fri Apr 19, 2013 9:29 am

Ho capito...
quindi non è detto che si concluda in 1 udienza oppure più udienze ravvicinate e poi finito tutto...i tempi sono parecchio lunghi :? mamma mia che stress....
Grazie della spiegazione :D
Lilli76
 
Posts: 541
Joined: Wed Dec 19, 2012 2:02 am
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby bblue6 » Fri Apr 19, 2013 1:56 pm

Eh, direi che nella maggior parte delle caude una sola udienza non è sufficiente... :oops: :cry:
bblue6
User avatar
bblue6
 
Posts: 5230
Joined: Thu Jul 22, 2010 1:18 pm
Location: Roma
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby Lilli76 » Fri Apr 19, 2013 11:37 pm

Ecco...
ora l'ho combinata davvero...
Sono un po' di giorni che ha diradato le chiamate e quando lo sento lo sento nervoso...oggi quando ha chiamato siamo rimasti che ci sentivamo stasera, ma non ha chiamato...così gli ho inviato un sms dicendogli che se c'era qualche problema poteva anche dirlo visto che non trova neanche 2 minuti per un saluto...
Credo proprio che da domani sparirò, se mi vorrà mi cercherà lui, anche se credo proprio che lo farò faticare un po'...può avere tutti i problemi di questo mondo, ma il rispetto è rispetto...
Lilli76
 
Posts: 541
Joined: Wed Dec 19, 2012 2:02 am
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby bblue6 » Sun Apr 21, 2013 12:54 am

Hai ragione, il rispetto è rispetto...me lo ripeto continauamente...
Però ti sento ancora combattiva, anche se diffidente.
Io sono esausta...mi sa che farò meditazione per trovare l'energia necessaria a chiudere definitivamente. Basta.
bblue6
User avatar
bblue6
 
Posts: 5230
Joined: Thu Jul 22, 2010 1:18 pm
Location: Roma
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby Lilli76 » Sun Apr 21, 2013 11:32 am

Ciao :)
mi hanno cambiato nick finalmente...ma sono sempre io ;)
Sono molto molto molto diffidente e il suo comportamento ballerino non fa che minare ancora di più la mia fiducia...lui non vuole dirmi niente dei suoi problemi, in passato si arrabbiava perchè non mi fidavo, ma deve anche capire che stiamo lontani e non posso vedere cosa fa, può tranquillamente dirmi una cosa per un'altra...
La mattina dopo quell'sms mi ha chiamato 2 volte, ha detto che non c'era bisogno di mandare quel messaggio, ha richiamato nel pomeriggio dicendo di nuovo che ci saremmo sentiti più tardi, da lì, sparito...
Questa volta non gli ho mandato sms, nè di buonanotte nè buongiorno, questa volta la sparizione la faccio io, se vuole i suoi spazi per qualsiasi motivo,io avrò i miei, non starò ad aspettare le sue chiamate, se non gli va bene, dovrà iniziare ad usare un minimo di coerenza...
Combattiva lo devo essere per forza, dentro non mi sento molto bene, c'è un misto di rabbia, delusione e dispiacere, ma se ci tiene dovrà capire...speriamo che funzioni...ma poi più che combattiva direi che continuo a vivere la mia vita come la voglio io, è ovvio che mi piacerebbe che con lui andasse tutto bene, ma non aspetto più nessuno e non ho intenzione di modificare niente...
In questo periodo ho bloccato anche le mie sensazioni, non so come ho fatto, forse una difesa per non pensarci, non lo sento così. Ma se mi rilasso inizio a sentirlo, a sentire di nuovo il suo stato d'animo...
Lilli76
 
Posts: 541
Joined: Wed Dec 19, 2012 2:02 am
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby bblue6 » Sun Apr 21, 2013 11:57 am

Mamma mia...brava...
ora che ci penso, nemmeno io lo sento più...chissà perchè...
bblue6
User avatar
bblue6
 
Posts: 5230
Joined: Thu Jul 22, 2010 1:18 pm
Location: Roma
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby gocciadelmare » Sun Apr 21, 2013 12:25 pm

carissime, in questo periodo ho avuto pochissime possibilità di sbirciare il forum e ho visto che entrambe avevate deciso di provare con questi due uomini di concretizzare e, sapendo che io in cuor mio purtroppo avrei rischiato di influenzarvi con il mio scetticismo sul fatto che queste due persone vi possano rendere felice, ho pensato di non mettere dubbi sul futuro delle vostre relazioni.
Carissima Lilly ( ;-) ) mi auguro che la tua evoluzione faccia evolvere anche questo ragazzo (si' immagino che non sia "giovanissimo", ma per me si é ragazzi fino a 100 anni). Fai bene a essere tu ora quella che si chiama fuori dal gioco e fai bene a pretendere che si muova verso di te, non puoi passare la vita ad "aspettare", é ben ora che tu "viva" di piu' e "aspetti" di meno. Mi dispiace molto di leggere il tuo misto di delusione e tristezza, ma penso che sia giusto per te stessa che tu senta di "avere veramente provato" e non di avere l'incertezza di quello che sarebbe successo "se" tu ci avessi provato.

Se saranno rose, fioriranno, ma se fossero solo ortiche, non avrai rimpianti e potrai aprire un nuovo capitolo della tua vita senza dovere rimproverarti di non averci provato.

Carissima Barbara, prima di tutto complimenti davvero per le letture che dimostrano il tuo vero impegno, non vedo l'ora che venga proposto un corso a Milano, che tu vinca la tua causa (e avrai quindi i soldi per venirci) e "inshallah" ci incontreremo intorno ad un tavolo pieno di carte stupende e colorate...ho letto di quanto sta accadendo con il povero Diable, che mi fa sempre piu' pena, ma comprendo che poco si puo' fare per aiutare una persona che non vuole essere aiutata. A questo proposito, nonostante la mia ignoranza in fatto di carte, volevo dirti una cosa che riguarda il tuo tiraggio "per capire", quando hai chiesto perché lui ti tiene nella sua vita.

Ora io parlo piu' per la mia "esperienza umana" che per la mia conoscenza di alcunché nelle Lame, devi discuterne eventualmente con Sole, se lo riterrai opportuno. Quando si vive un dramma profondo, come l'abbandono da parte dei genitori, si tende a ripeterlo compulsivamente tutta la vita, come se si cercasse di risolvere il passato attraverso il presente.
Chi é stato abbandonato alla nascita spesso ha una forma di compulsione a creare situazione in cui cerca di farsi lasciare. Ci si sente colpevoli per essere stati abbandonati, ci si sente "sbagliati", cattivi, sporchi. E si finisce per comportarsi in modo tale che la realtà ci rimandi come uno specchio lo stesso messaggio che abbiamo stampato a lettere di fuoco dentro di noi. L'arcano XIII rovesciato (ho scritto giusto? la morte rovescia per intenderci) al presente potrebbe indicare il suo "progetto inconscio" nella vostra attuale relazione. Farsi di nuovo lasciare. Puo' darsi che il mio sia un delirio, ma ho pensato di scrivertelo comunque. Magari per lui la fine di questa relazione potrebbe essere pero' il motivo di una crisi cosi' grave da portare in futuro ad una vera e propria rinascita.

Sai bene che non si esce dai loops del passato se non dopo essere passati davvero dalla morte di quello che siamo stati, che fa male, malissimo, si soffre come non mai. MA per rinascere, morire é necessario. A volte, per fare il bene di qualcuno dobbiamo farlo soffrire molto, la sofferenza non fa mai piacere, ma guarisce in alcuni casi dalla schiavitù dal proprio passato. E forse questo é anche il messaggio che Lingshu-Rita ti ha mandato quando ti ha scritto che rischi di entrare troppo nel mondo del consultante emotivamente e di "proteggerlo" dalle notizie che non vuole sentirsi dire, cercando significati che invece lo rassicurino. Non é che tendi a fare lo stesso anche con le Diable? Cerchi di stargli vicino, come per proteggerlo dal dolore di "avere fallito" anche con te.

Le Diable non é un uomo libero. E' in uno stato di schiavitu' e lo schiavo deve morire perché l'uomo libero possa rinascere. Se poi, dopo essere rinato, ti troverà ancora come compagna non lo so, ma "sento" che per lui forse la "morte" ora potrebbe essere un bene. Non ho invece guardato il tuo ultimo tiraggio per Sole. Magari dopo lo guardo, per imparare da voi. Siete stupende.

Beh...ragazze, vorrei leggervi felici e appagate, ma un amica é presente quando le cose vanno male, quando vanno bene non c'é bisogno...un grosso abbraccio a tutte e due e spero di leggervi.
miri
gocciadelmare
 
Posts: 76
Joined: Sat Jan 28, 2012 1:17 pm
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby Lilli76 » Sun Apr 21, 2013 3:17 pm

Ciaooooo Miriam!! Che piacere rileggerti :))))
Come stai?

Spero anch'io che riesca a evolvere anche questo ragazzo ;) non giovanissimo, ma la sua età cerebrale...
Nel frattempo, parto dal presupposto che sia una persona finta, in fondo ha dimostrato di esserlo molto precedentemente e quindi deve dimostrare parecchio per riscattarsi. E poi comunque i suoi comportamenti e i suoi discorsi continuano ad essere ambigui, mi dispiace, ma questa volta non mi scompongo e non ho intenzione di riperdere la mia stabilità che ho sudato per riprendermi...
Alla fine noi donne siamo complete da sole, non abbiamo bisogno di qualcuno accanto, specialmente se ci destabilizza...

gocciadelmare wrote:Se saranno rose, fioriranno, ma se fossero solo ortiche, non avrai rimpianti e potrai aprire un nuovo capitolo della tua vita senza dovere rimproverarti di non averci provato.

Infatti, io ho fatto tutto quello che ho potuto, tocca a lui muoversi...se saranno ortiche questa volta si pungerà anche lui di sicuro...
La mia delusione e tristezza per fortuna non durano molto e al contrario di quello che hanno causato nel passato, mi hanno bloccata in tutti i sensi, ora mi stanno rendendo forte, pronta a reagire e molto attiva...questa volta nel bene o nel male ci sarà un'evoluzione!!
Poi chissà...come hai detto a Barbara...
gocciadelmare wrote:ma "sento" che per lui forse la "morte" ora potrebbe essere un bene.

Potrebbe essere con la mia reazione che cambierà anche lui, o si renderà conto davvero...

Spero a presto Miriam
Un abbraccio
Lilli76
 
Posts: 541
Joined: Wed Dec 19, 2012 2:02 am
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby Lilli76 » Sun Apr 21, 2013 3:20 pm

bblue6 wrote:Mamma mia...brava...
ora che ci penso, nemmeno io lo sento più...chissà perchè...


Barbara...io credo che per la maggiore siano quelle sensazioni a farci stare male, a non staccare mai la mente da loro, non ce lo permettono...
Penso sia una reazione inconscia di autodifesa, ci siamo chiuse, ma il lato positivo è che possiamo ragionare a mente lucida su ciò che è stato e valutare attentamente gli eventi che verranno.
Lilli76
 
Posts: 541
Joined: Wed Dec 19, 2012 2:02 am
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby bblue6 » Sun Apr 21, 2013 3:31 pm

Miriam!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Quanto tempo!!!!!!!!!!!Che piacere ritrovarti qui!!!!!!!
Insomma...che dire delle tue analisi...sempre profonde e sempre dirette al'anima. Si. Non cambierei una virgola di ciò che hai scritto. Credo sia esattamente come dici.
Chi é stato abbandonato alla nascita spesso ha una forma di compulsione a creare situazione in cui cerca di farsi lasciare. Ci si sente colpevoli per essere stati abbandonati, ci si sente "sbagliati", cattivi, sporchi. E si finisce per comportarsi in modo tale che la realtà ci rimandi come uno specchio lo stesso messaggio che abbiamo stampato a lettere di fuoco dentro di noi.

nel suo caso è così. L'unica cosa è che non credo la nostra separazione possa provocargli sofferenza, dunque sarà semplicemente una ennesima fine senza senso. La sofferenza che servirebbe a lui per rinascere non sono io o la separazione da me a potergliela dare.
Non importa. Troverà altre occasioni nella vita per sperimentarla.
Per quanto mi riguarda, Rita ha ragione (la grande Rita che sorpresa ritrovarla!!!!) e tu anche...ma sta cosa deve cambiare!

Si Vale, credo anch'io che sia una difesa e credo anche sia giusto così. Il legame va spezzato ed io posso soltanto iniziare da me...

Miriam fatti sentire ogni tanto!!!!!!!!!

Un bacio a tutte e due!!!!
bblue6
User avatar
bblue6
 
Posts: 5230
Joined: Thu Jul 22, 2010 1:18 pm
Location: Roma
CAMOIN TAROT FORUM

Re: dipendenza affettiva

Postby gocciadelmare » Sat Apr 27, 2013 8:04 pm

Carissime :-)

come va ragazze? Lilly non ho piu' letto sviluppi...tutto bene? Sono contenta che ora comunque tu abbia molto di piu' in mano la tua vita, anche se sarò completamente felice quando ci racconterai che il tuo "progetto" di vita, trovare l'Amore, si sarà completamente realizzato.

Babi!!!! Ho letto, sia pure con il poco tempo che ho sempre, degli sviluppi o dei "non-sviluppi" con Diable. Io non credo affatto che la rottura con te non lo tocchi. Anzi. Ricordati che per lui il dramma dell'abbandono é il tema centrale della sua vita affettiva.
Capisco bene che tu pensi che a lui importi poco di te, dato come si comporta. Ma il fatto é che io credo che il suo comportamento distruttivo faccia parte di una logica molto piu' complessa e, se vuoi, contorta, di malattia inufficiale, in quanto non riconosciuta come tale, se vuoi una malattia dell'anima, piu' che della psiche.
La compulsione alla conquista lo ha portato tutta la vita a concentrarsi enormemente proprio sulla fase della seduzione. Ha approfondito come pochi l'arte di creare suggestioni ed emozioni nelle donne che vuole ottenere. E' piu' attratto dalle emozioni che ricava dal vedere che le sue "vittime" vengono accecate dalle sue manifestazioni di interesse, che dalle donne stesse. Se la donna é una preda ambita, ne ricava certo ancora piu' emozioni, l'ego ne risulta molto gratificato.
Ma tutte queste emozioni hanno l'unico scopo di "farlo sentire desiderabile e positivo", visto che dentro di lui probabilmente si sente un essere grottesco e sbagliato.
Che poi gli piaccia portare a volte a letto chi casca nella sua rete, beh...qui c'é da dire che pochi uomini, di fronte alla possibilità concreta di fare sesso con molte partners sarebbero veramente recalcitranti. Non che non ce ne siano che siano realmente concentrati solo sulla propria compagna, ma nella media, quasi tutti sarebbero inclini a raccogliere i frutti del proprio fascino.
Da quello che racconti, credo che Diable abbia speso tutta la vita a inseguire l'obiettivo di specializzarsi nel corteggiamento, senza pero' mai avere avuto l'obiettivo di fare proseguire le cose oltre la fase della "conquista". Quindi quando si arriva ad approfondire un rapporto é come una persona che deve imparare una lingua nuova e fa troppa fatica. E cerca di tornare a parlare la lingua che conosce meglio di tutte, per non sentirsi completamente paralizzato e stupido.
Nel suo "ruolo" Diable é un "professionista", come tuo compagno un pessimo dilettante peggio che impacciato e stupido. E' chiaro che voglia sentirsi "bravo" e non "l'ultimo della classe". Non lo giustifico per nulla, prima di tutto perché non lo condanno proprio.
Mi sembra una persona completamente incapace di uscire dalle sue dinamiche psicologiche, probabilmente non sa proprio come fare e a poco servono i premi e le punizioni al riguardo.
Il fatto é che gli mancano proprio le basi per l'apprendimento.

Per quanto mi dispiaccia un sacco per Diable, mi viene sempre la stessa domanda: ma devi proprio sacrificarti tu per riportare una partenza nella sua vita? E' chiaro che una coppia come la vostra é un po' come quella fra un uomo maturo e una ragazzina, dove non si capisce cosa possa condividere un uomo adulto con una ragazzina. Non parlo mica della condivisione del letto, dove l'attrazione puo' benissimo prescindere dall'età del partner. Parlo della condivisione del mondo emotivo.
Una ragazza non potrà mai capire veramente l'uomo maturo. Che quindi deve porsi come una "figura d'aiuto". Ma si tratta quindi di un rapporto squilibrato in partenza.

Ho un po' l'impressione carissima Barbara, che tu sia portata a portare avanti con impegno qualsiasi progetto tu cominci, che tu abbia un senso del "dovere" molto spiccato, che tu prenda a cuore ogni cosa che fai con impegno per gli altri al di là quasi di ogni logica, vedo bene quanto ti sacrifichi per rispondere a tutti i tiraggi che richiedono la tua presenza. Mi dirai che lo fai per imparare, ma io credo che il tuo grande cuore ti porti a cercare di aiutare gli altri. E a volte mi chiedo se tu abbia poi una buona opinione di te stessa, scavando in fondo alla tua storia personale.
Mi verrebbe da pensare di no.
Quindici anni con un uomo violento, con una buona autostima non si sopportano.
Tutto l'aiuto che prodighi agli altri sembra avere anche il significato che ti é piu' facile dare valore agli altri che a te stessa. Non ho la palla di cristallo, non capisco nulla di carte, potrei avere scritto delle enormi cavolate, ma faccio tantissimo il tifo per te e per la tua storia.
Vorrei tanto che anche tu cambiassi libro, invece che cambiare pagina, vorrei che dopo tanti anni di sofferenza senza riscatto, venisse per te un cambiamento nel tuo animo che ti aiutasse a comprendere che la realizzazione della tua felicità é il primo progetto che hai ricevuto in carico, quello che piu' di ogni altro deve assorbire tutti i tuoi pensieri e la tua vita.

Vorrei tanto che tu riflettessi sul fatto che purtroppo il mondo é fatto in modo tale da creare situazioni di parassitismo. Se cammini vicino ad un ristorante, vedrai molti scarafaggi. E' normale, dove c'é cibo buttato via, arrivano insetti e animali in cerca di sostentamento. Dove c'é dolore e infelicità arrivano sempre parassiti. Persone che cercano di attrarre chi soffre nella propria orbita, con una logica di soddisfazione dei propri bisogni personali, spesso non molto chiari nemmeno a se stessi, ma non per questo meno pericolosi per gli altri.

E' nostro compito verso noi stessi imparare a distinguere chi ci avvicina perché vuole un rapporto, da chi ci avvicina perché cerca emozioni con cui soffocare i propri scompensi.

Perché queste persone "malate" cercano proprio chi ha sofferto molto? Perché sono prede piu' deboli, in cui l'autostima é bassa e le forze sono al minimo. Come il leone che attacca le gazzelle malate o vecchie. Non l'esemplare piu' sano e veloce.

Se potessi vorrei metterti su un cuscino soffice soffice, circondarti solo di calore e di bontà, come ti meriti, e scacciare chi non ti merita dai tuoi pensieri. Ma non servirebbe. Purtroppo uscire da questi meccanismi e acquisire veramente la volontà di non lasciarsi piu' attrarre in questi meccanismi ditruttivi costa dolore.

Come quell'appeso che si libera dai desideri attraverso la sofferenza massima.

Visto che non posso fare altro, vi mando un grosso enorme abbraccio augurandovi davvero che il vostro compagno di vita bussi alla vostra porta, non importa se sia la persona per cui ora batte il vostro cuore, o una persona diversa e forse piu' adatta a voi.

Bravissime ragazze, siete un portento della natura, vi mando un sacco di bacioni :-)
gocciadelmare
 
Posts: 76
Joined: Sat Jan 28, 2012 1:17 pm
CAMOIN TAROT FORUM

PreviousNext

Return to Tarocchi di Marsiglia – Questioni sui Tarocchi

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 0 guests

cron